Translate in your language

lunedì 25 maggio 2009

Autocombustione umana

Uno stranissimo fenomeno inspiegabile dove persone sono state vittime di autocobustione umana nel quale una sorta di energia endogena potrebbe arrivare a far prendere fuoco una essere vivente...

E' realmente plausibile? Può un fenomeno naturale inspiegabile come quello sopra descritto manifestarsi? Il corpo umano è davvero in grado di sprigionare una misteriosa energia interna tale da portarlo a combustione?

Analizziamo subito qualche dato e cerchiamo di dare una spiegazione plausibile al fenomeno dell'autocombustione umana....

Numerosi sono stati i casi nel secolo precedente al nostro con episodi diventati famosi come quello della signora Mary Reeser in Florida avvenuto il 1/o7/1951 a St. Petersburg dove la donna venne ritrovata completamente in cenere ma gli arti inferiori erano intatti o in parte danneggiati dall'incendio.

Le insolite autocombustioni umane avvenivano tutte nelle stesse modalità:

- Le persone ritrovate bruciavano totalmente la parte superiore del corpo ma non le gambe dal gionocchio in giù.

- Le persone vittime di autocombustione umana non innescavano brutali incendi a tutta la casa o il luogo dove avveniva il fenomeno ma l'evento si limitava solo su se stessi e ai pochi oggetti intorno ad essi.

- Da notare che queste persone assumevano tutte alcool e farmaci.

- Sul posto vi erano quasi sempre oggetti in grado d' innescare un fenomeno di combustione quali appunto sigarette, accendini, ecc.

- Tutte le vittime non hanno provato dolore nel bruciare.

Le teorie potrebbero essere molteplici tutte molto interessanti ma nessuna precisa e sicura di essere quella reale. Si è ipotizzato, per esempio, che l'alcool assunto dalle vittime possa essere entrato in circolo e che per una insolita reazione chimico-cellulare possa aver generato la cosidetta autocombustione umana.
Alcuni hanno detto per esempio che l'autocombustione umana potrebbe essere dovuta ad un effetto simile allo stoppino di una candela ovvero una volta che il corpo brucia inizia a fondersi anche la parte grassa facendo in modo che l'autocombustione umana possa usufruire del grasso come combustibile. Tutto ciò però non spiegherebbe come mai la parte delle ossa venga ridotta in polvere cosa che con la normale combustione non avviene.

Fatto sta che l'autocombustione umana desta davvero un bel mistero paranormale soprattutto per come si manifesta in quanto non si spiega come mai un tale fenomeno si presenti improvvisamente ed in maniera violenta oltrettutto senza causare dolore alle vittime che vengono colpite.
Ma cosa si nasconde dietro al fenomeno dell'autocombustione umana? E' possibile ingerire una sostanza che, una volta entrata in circolo, possa generare un fenomeno chimico all'interno del nostro organismo tale da polverizzarci in termine di pochi minuti? Centra qualcosa l'alcool o un farmaco con l'autocombustione umana?

-Shindai-

Nessun commento: