Translate in your language

martedì 5 maggio 2009

Paranormale

Paranormale è una parola che racchiude in se molti significati ed è assai troppo generica per descrivere i racconti di chi, come me ed altre persone, si sono trovati a vivere storie che hanno del surreale.
Con la parola paranormale molti vogliono dare una sorta di giustificazione ad eventi inspiegabili e troppo difficili da comprendere.
Ma con paranormale possiamo veramente catalogare tutto? Per esempio per paranormale vogliamo intendere per caso apparizioni, foto e filmati di fantasmi? Poltergeist? oppure il mistero dei templari, gli ufo, i teschi di cristallo e chi più ne ha più ne metta....?
A volte mi fermo a pensare se il paranormale in realtà lo creiamo noi grazie ad un arcano potere che la nostra mente è in grado di sprigionare facendoci vivere una sorta di provvisoria realtà parallela. E' possibile che le attività paranormali siano delle semplici proiezioni della nostra mente che ci fa vivere esperienze al limite tra realtà e fantasia?
Contrariamente l'apparizione di un fantasma in se stesso, se è vero che la manifestazione sia concreta e non una fantasia mentale, potrebbe essere classificata come un fenomeno paranormale. Ma tutte le allucinazioni che in teoria la nostra mente potrebbe elaborare sono veramente solo allucinazioni?
Direi di smetterla qui perchè se andiamo avanti non dovremmo credere nemmeno più a quello che vediamo veramente oltre che al paranormale in se stesso.
Posso dirvi che negli esperimenti che sto facendo sto notando con molto interesse che gli episodi paranormali si manifestano nel momento in cui mi trovo in una condizione di spiritualità più elevata ovvero nei momenti di massima religiosità. Infatti in questa situazione ho la sensazione che i poteri extrasensoriali abbiano una sorta di amplificazione tale da poter permettere all'evento paranormale di manifestarsi. Come dicevo nel mio precedente post a breve vorrei condurre una sperimentazione privata all'interno di casa mia con un registratore per determinare attraverso l'EVP se qualcosa viene rilevato. Paranormale.... chi ci capisce non è bravo ma molto di più.

-Shindai-

3 commenti:

Rhey ha detto...

Non sono d'accordo. Tu stesso hai detto che anche tua madre ha visto lo stesso fantasma. E il carica batterie lo avete visto entrambi.
Esistono case infestate in cui tutti i gli inquilini che si susseguono lasciano l'abitazione. Perfino Nicolas Cage comprò una villa infestata per scetticismo, che poi non potendone più è stato costretto a lasciarla.
Il frutto di un tuo potere mentale? Piuttosto superficiale come ipotesi.
Nelle case infestate i precedenti inquilini non hanno nessun contatto con i nuovi(le agenzie vendono), quindi oltre alla differenza di tempo, non c'e' nessuna comunicazione tra la mente del precedente inquilino.
Ti invito a vedere i documentari di discovery channel: "A haunting", trovi differenti puntate su emule.

Shindai ha detto...

Ok apprezzo la tua critica e forse mi sono espresso male. Il concetto in se stesso è che io credo nei fantasmi ma credo anche che per vederli esista una sorta di chiamiamola condizione "spirituale e psichica" attraverso la quale è possibile diventare più sensitivi. Nel senso che in quella condizione ci troviamo più predisposti a "percepire" quello che gli spiriti fanno negli ambienti. Anche se questo non è del tutto vero poichè anche persone che non sono medium hanno avuto nel loro piccolo delle apparizioni di fantasmi. Comunque ai fantasmi ci credo e anche molto poichè come dici tu ne ho vissute diverse anche in prima persona! Grazie per il commento continua a seguire il blog perchè i tuoi interventi sono molto graditi ; )

il creatore ha detto...

Rhey ha ragione ma anche l'ipotesi di shindai mi sembra molto valida anche perchè se ci pensi solo le medium riescono a evocare spiriti ecc. quindi è probabile che bisogna avere una predisposizione per queste cose