Translate in your language

venerdì 22 maggio 2009

Real vampires

I real vampires, un interessante argomento in cui mi sono imbattuto tempo fa mentre girovagavo sul web alla ricerca di qualche bel notizione interessante sull'argomento vampirismo, altro non sono che persone che credono di essere dei vampiri e per questo si comportano come tali.

Questa in breve la descrizione che racchiude il senso della parola Real vampires (ovvero i reali vampiri come essi si definiscono) ma potremmo dire che l'atteggiamento veste una vera e propria sindrome psicologica più che una forma vampiresca vera e propria come viene descritta nelle leggende metropolitane.

E' appurato infatti che i real vampires sono esseri umani a tutti gli effetti ma che presentano una diversità comportamentale differente dalle solite persone che tutti i giorni siamo abituati ad incontrare nella nostra vita.

Tali comportamenti dei real vampires in grandi linee possono essere così riepilogati:

1) Alcuni real vampires (non tutti) escono solo ed esclusivamente la notte in quanto potrebbero essere affetti da patologie epidermiche gravi che possono procuragli ustioni alla pelle e lacrimazione degli occhi. Ma questa è una causa ben nota alla scienza conteporanea pertanto niente di paranormale.

2) I real vampires si nutrono prevalentemente di sangue umano di una persona consenziente che, da buon donatore, gli offre il proprio sangue procurandosi delle piccole lesioni con lamette o mediante il prelievo di siringhe.

3) Si presuppone che siano affetti da un grave disturbo psicologico che determina i loro comportamenti di real vampires denominato la sindrome di Renfield. Chi soffre di questa sindrome assume sin da bambino atteggiamenti di un real vampires applicando le prime sperimentazioni proprio su se stesso.

Avviso tutti i lettori di non prendere nemmeno per gioco o per una moda un simile atteggiamento in quanto come potete ben comprendere da quanto sopra descritto il praticare come un real vampires non è un comportamento da persona normale ma rappresenta uno stadio di malattia mentale (senza offesa a nessuno sia ben chiaro ognuno di noi è libero di fare ed esprimere ciò che vuole senza sentirsi criticato dal prossimo per questo specifico che si tratta solo ed esclusivamente di un mio puro giudizio non rivolto a nessuno in particolare).
Ricordatevi inoltre che bere del sangue umano è una cosa che oltre a non essere naturale e anche una cosa molto seria e pericolosa perchè potreste contrarre malattie e poichè per la normalità delle cose rappresenta un gesto moralmente indecente!

Il vampirismo come concetto (vedi post precedenti) non è la stessa cosa di essere un real vampires ma bensì una reale probabile malattia (se mai è veramente esistita) innescata da una probabile mutazione del virus della rabbia (o almeno questa sembra essere una plausibile teoria).

Molti dei film in circolazione sui vampiri avranno sicuramente fatto la loro parte in questo trasformare le persone in Real vampires condizionando anche, a buon volere, la mente di molti fomentandoli nel credere di essere dei reali vampiri.

-Shindai-

1 commento:

Arianna ha detto...

questa malattia si chiama porfiria o porhiric emophilia,ed e una rara malattia del sangue,oltre che a portare a malattie fa anche schifo o senso bere sangue di umani