Translate in your language

venerdì 12 giugno 2009

Il libro delle ombre

Torniamo ora a parlare delle streghe che, contrariamente a quanto si dice, esistono in tutto e per tutto magari non immaginiamole su di una scopa volante in pieno giorno ma la notte nel buio dei boschi qualcosa accade....

Raduni di streghe o coven (ovvero riunioni di streghe) ancora oggi, quasi a livello massonico, avvengono proprio come un tempo magari nei boschi, in ville appartate, abitazioni e chissà in quale luogo desolato. A ognuno i suoi gusti in fondo finchè non fanno del male a nessuno che facciano quel che vogliono almeno io la penso così....

Una tradizione antica quella della strega accompagnata, oltre che dalla famosa scopa volante, dal suo fido testo di magia chiamato appunto il libro delle ombre.

Questo è il testo che accompagna ogni strega nel proprio percorso "formativo" nel quale si annotano incantesimi imparati dalle altre streghe anziane tramandando di generazione in generazione i vari rituali magici.

Il libro delle ombre rappresenta per molte streghe la propria vita anche perchè senza di esso una strega sarebbe perduta poichè senza i propri incantesimi perderebbe anche il suo essere divendo di fatto una persona comune senza elementi di magia.

Oltre alla famosa saga televisiva delle streghe, nella quale possiamo trovare il libro delle ombre, questo rinomato testo non è di fatto uno standard vero e proprio pertanto diffidate dalle imitazioni perchè un vero libro delle ombre credo possa essere tramandato solamente da una strega reale per poterlo dichiarare autentico.

Per informazione anche alcuni Wicca (pagani) hanno un loro testo che chiamano il libro delle ombre il quale sia come definizione che concetto è la stessa cosa di quello delle streghe.

Le streghe appuntano quindi su tale libro i propri incantesimi ma non si limitano solo a questo perchè a parte custodiscono, con gelosia, il cosidetto libro specchio ovvero una sorta di diario vero e proprio della loro vita quotidiana.

-Shindai-

Nessun commento: