Translate in your language

venerdì 3 luglio 2009

Vampiri

Torniamo ora sull'argomento dedicato ai vampiri creature delle quali fino ad oggi sono state riportate delle segnalazioni che ci giungono dal passato ma dalla realtà contemporanea non mi sembra che ad oggi ve ne sia traccia.

Tralasciamo qualche psicopatico che ha aggredito qualche persona a morsi negli USA, magari perchè aveva dei problemi mentali, ma cerchiamo di analizzare la realtà...

Nel mio post dedicato al vampirismo devo dire che dal passato ci sono arrivate come già detto numerose testimonianze dalla medicina legale del tempo soprattutto dai paesi dell'est Europa dove un'insolito virus faceva si che i morti tornassero in vita per succhiare di notte il sangue delle loro vittime.
Ad oggi non vi è traccia di tale virus se non manifestazioni, da verificare se veritiere o meno, tipo quella del cimitero di Highgate dove a metà del 1970 si pensava che fosse pieno di vampiri che si aggiravano in quei luoghi.

Ma se è vero che alcuni vampiri si aggirano per i cimiteri ancora oggi allora devo pensare che si siano fatti più furbi del normale in quanto credo che abbiano spostato il loro delizioso menù su animali comuni per non dare troppo nell'occhio...

A mio giudizio credo che una certa verità nell'argomento ci sia ma mi rifaccio sempre a una soluzione più scientifica che paranormale e per capire di cosa sto parlando basta rivedere il mio post relativo al vampirismo.

Se si sono nascosti o no i vampiri sinceramente non lo sò certo non mi metterò di sicuro a girare nei cimiteri di notte per cercare di capire dove essi siano finiti.
Se il virus del vampirismo esistesse di fatto rappresenterebbe una grande scoperta medica anche se secondo me il vampiro non dobbiamo immaginarlo come nei film ma come una persona affetta da una grave malattia che lo porta a vivere in luoghi lugubri e malsani, senza i canini lunghi e affilati, con un evidente sgorgare dai principali orifizi di sangue e in uno stato tra la vita e la morte continuo.

Non sò quanto ci sia di vero nel dire che essi siano immortali e che si possano uccidere solo con i paletti nel cuore o cose simili però la malattia se esistesse sarebbe una grave forma da studiare per evitare che possa riprodursi negli esseri umani.

Forse per il passato il discorso che la malattia sia esistita è un dato probabile ma dire che ancora oggi questa situazione sia vera mi sembra davvero troppo ardita come soluzione.

-Shindai-

Nessun commento: