Translate in your language

martedì 7 aprile 2009

Streghe e storie di streghe...


Strega... La parola è tutto un programma! Lasciamo stare i vari avvistamenti nel corso dei secoli e andiamo al sodo... Piero 32 anni per paura di poter essere identificato nasconde la località geografica e il proprio nome e ci scrive questo: "... Sono Piero un uomo di 32 anni e vivo in Abruzzo. Premetto che si tratta di un sogno assai bizzarro però mi sembrava talmente reale da viverlo in prima persona.
Ho paura a raccontarvi questa storia ma non riesco mai a confidarmi con nessuno in merito, pertanto ho deciso di raccontarlo nel vostro blog a tutti gli Italiani in forma del tutto anonima. Non posso dirvi dove abito ma vi racconterò i fatti di quello che è successo. Nel sogno Veronica, una mia amica, è mia coetanea e io di solito usiamo andare in un locale dalle parti del mio paese il sabato sera per incontrare gli amici della nostra comitiva.
Una sera di ottobre, noiosa come al solito anche perchè vorrei vedere voi in un paese di poche anime, eravamo seduti in compagnia dei nostri amici ma rispetto al solito c'erano 2 persone che non conoscevo. Poi capì che erano conoscenti di Chiara, una mia amica, che avevano fatto qualche Km per venire a trovarla giù in paese. Dopo qualche ora che eravamo lì ad annoiarci questi tipi se ne escono con la frase:" Lo sapete che c'è un posto dove le streghe si radunano la notte intorno ad un fuoco a pochi Km da qui?" un mio amico gli disse che non ci credeva e loro dissero di seguirli se volevamo vedere se era vero o meno.
Molti di noi, un pò perchè era tardi e un pò perchè avevano paura tornarono a casa loro ma io, Veronica, Chiara e Simone (un'altro mio amico) decidemmo di seguirli incuriositi dalla loro proposta. Percorremmo la statale per alcuni km, poi girammo su alcune strade secondarie di campagna fino ad arrivare in un prato dove iniziava un fitto bosco.
Lasciammo le auto dove la strada era finita per poi intraprendere il cammino a piedi nei campi di notte accompagnati esclusivamente dalle nostre lampadine tascabili. A quel punto entrammo di nel bosco che non si vedeva praticamente nulla, solo alcune luci della luna che trapassavano i rami degli alberi e illuminavano il sentiero. In quel momento iniziai a provare paura e mi domandai come stupidamente avessi accettato l'invito insolito di due persone a me sconosciute... Scendemmo verso il basso ad un tratto e sembrava come se i rami mi facessero da tetto per un tunnel naturale scavato nella vegetazione. Poi vidi una luce lontana come un chiarore a distanza di 200 m. C'erano delle rocce lì vicino e uno dei due ragazzi ci disse di tenerci abbassati e di rimanere in silenzio senza farci sentire.
Un grande focolare era acceso nel basso di una conca contornata di alberi, intorno al quale numerose donne, alcune anziane altre molto giovani vestite di nero danzavano tutte attorno al fuoco. Poi vidi una sorta di altare costruito con pancali di legno dove c'era un uomo a petto nudo con in testa una sorta di copricapo fatto con la testa di un bue con le corna che stava avendo un rapporto sessuale davanti a tutte le altre donne con una ragazza. Uno dei due ragazzi disse sottovoce che un loro amico gli aveva segnalato questo posto dicendogli che quelle donne erano streghe che la sera praticavano i sabba in onore del demonio! I riti orgiastici continuavano e ora l'uomo aveva rapporti con più donne contemporaneamente mentre gettavano nel fuoco strane "polveri" che izzavano la fiamma recitando strane preghiere sataniche come se fosse una cantilena.
Me la stavo facendo sotto quando ad un tratto vidi Veronica piangere e mi disse che voleva andare via perchè aveva una paura tremenda. Dissi anche agli altri di andare ma nell'alzarci scivolai e nel farlo superai le rocce proprio in direzione delle streghe! Qualcuna di loro mi vide e disse:"Prendeteli!!!" Mi rialzai di scatto ed iniziai a correre con tutta la forza che avevo nelle gambe mentre gli altri mi seguivano con le ali ai piedi. Senza mai giraci arrivammo alla macchina e viaggiammo ad alta velocità verso la statale. Di colpo mi svegliai tutto sudato ma da allora per colpa di questo sogno non mi avventuro mai in zone poche illuminate e soprattutto nei boschi..."

Cosa si nasconde nel sogno di Piero? I sabba o riti demoniaci nei quali Satana viene adorato da segrete confraternite sono veramente la realtà?

-Shindai-
Posta un commento