Translate in your language

giovedì 16 aprile 2009

Ti ho scoperto Strega! storie vere di stregoneria...


Ancora streghe? Ebbene si... Claudia da Mantova ci racconta la sua di storia questa volta non un sogno ma una vera storia di streghe. La vicenda è andata all'incira così:

"... Mia nonna dice che una vicina di casa sua veniva chiamata la strega poichè era capace di fare fatture e altri malefici. La conoscevo anche io ma con noi era stata sempre molto gentile fino al giorno che, io che abito al piano sopra al suo, non feci una festa nella quale i miei amici esagerarono con i rumori. Rumori che a lei purtroppo non andarono giù tanto che me la fece pagare cara. Dopo aver litigato la sera del giorno dopo iniziai ad avere dei forti dolori alla gamba destra. Mi svegliai il mattino seguente praticamente zoppa e la cosa continuò per diverse settimane tanto che dovetti farmi prestare delle stampelle per camminare. La medicina disse che era una fortissima infiammazione dei legamenti e altre terminazioni nervose e inziarono a farmi persino delle punture ma senza alcun risultato. Poi un giorno mia nonna decise di invitare la vicina nel suo appartamento per un caffè cosa che la strega accettò molto volentieri. Una volta fatta accomodare nonna prese una scopa di saggina, la mise girata a testa in sù dietro la porta di casa e tornò dall'ospite (la strega). Poi disse che lei stava per uscire ma una volta uscita dalla porta nonna si voltò e vide che la vicina non riusciva a camminare in avanti e fissava la scopa dietro la porta. Gli chiese di togliera ed iniziò a sudare freddo e ad implorarla di togliera fino a che mia nonna rientrò e la tolse facendo così uscire la strega che stava quasi per singhiozzare. Poi ognuno se ne andò per la sua strada. Il giorno dopo nonna vide la vicina uscire dal palazzo pertanto decise di scendere e posizionare la scopa dietro il portone condominiale. Quindi risalì le scale e aspettò il suo ritorno guardando di tanto in tanto dalla finestra. Verso le 8,00 la strega tornò e non accennava ad entrare dentro il portone. Rimase ferma davanti al portone poi iniziò a fare il giro del palazzo 1, 2, 3 ,4 ,5 volte e molte più. Alla fine nonna scese e disse che se non mi toglieva il malocchio che mi aveva fatto non avrebbe tolto la scopa da dietro il portone. La vicina non disse nulla e la nonna tolse la scopa. Il giorno dopo io riuscivo a camminare di nuovo...."

Voi che ne pensate? Sono veramente state represse le streghe oppure questa ne è la testimonianza della loro reale esistenza?

-Shindai-
Posta un commento