Translate in your language

mercoledì 3 giugno 2009

Fenomeno di scrittura automatica

Andiamo ora a toccare il tasto di quella che viene definita la scrittura automatica ovvero di come le persone, soprattutto se sensitive o comunque predisposte ad avere determinati poteri, possano scrivere delle frasi o in certi casi dialoghi veri e propri mettendosi i comunicazione con l'aldilà.

C'è un ragazzo che nel blog mi ha descritto la sua storia dicendo:

"... Io ho paura della scrittura automatica in quanto un giorno ho provato a livello amatoriale a metterla in pratica e il risultato mi ha spaventato a morte! Dopo essermi concentrato molto la mia mano ha iniziato a scrivere su di un foglio e non riuscivo più a fermarla... Mi batteva forte il cuore e dopo circa due o tre minuti finalmente sono riuscito a staccarla dal foglio che non riuscivo a guardare dalla troppa paura. Scappai dalla mia stanza e decisi di andare a giocare con i miei amici a pallone ma sapevo che quando sarei tornato quel pezzo di carta era lì ad attendermi e non riuscivo ad avere il coraggio di guardarlo. Tornato a casa andai nella mia stanza e presi il coraggio a due mani ed impugnai il foglio per guardarlo. Con grande stupore vidi che avevo disegnato un volto, sebbene fosse molto stilizzato ma lo era, con sotto una scritta riportante le parole "io sono chiara..." !!
Mi batteva forte il cuore e dalla paura corsi in strada e bruciai il disegno dentro un barattolo di lamiera che avevo trovato lì per caso... Non avevo il coraggio di tenerlo pensai che forse avevo evocato qualcosa che non dovevo e per paura che il foglio mi potesse portare male l'ho bruciato come spiegato sopra..."

Questo e moltri altri episodi sono stati oggetto di discussione da parte di molti esperti, soprattutto psicologi, del settore i quali riconducono la scrittura automatica alla semplice espressione del subconscio (vedi Freud).

Da molti analisti la scrittura automatica viene utilizzata anche come forma terapeutica per venire a conoscenza di quelle che vengono definite "memorie represse" mentre per altri invece rappresenta una forma di comunicazione (un pò come avviene per le sedute spiritiche) con il mondo dei morti.

Anche questo, almeno per quello che riguarda il lato paranormale, rimane ad oggi una sorta di mistero infatti credo vivamente che riuscire a "connettersi" con quello che è l'aldilà attraverso la scrittura automatica mi dà come il senso di un "messenger" tra medium e persona defunta!

Sinceramente non avendo vissuto in prima persona tale esperienza ad oggi mi reputo un pò scettico, un pò curioso e voglioso di assistere almeno una volta nella vita a tale evento magari non sperimentandolo personalmente con le mie mani ma basterebbe anche il solo guardarlo fare...

Che la scrittura automatica sia una forma di comunicazione realmente plausibile con il regno dei morti?

Come sempre il mio consiglio è di non avventurarvi troppo in un mondo del quale siamo neofiti e del quale conosciamo solamente una piccolissima parte.

-Shindai-
Posta un commento